Domenica, 19 Gennaio 2014 10:25

La formazione dei giovani al centro del progetto RGM

Il progetto RGM è il primo esempio italiano di franchigia che nasce dal basso, per mettere a fattore comune le risorse della base, al fine di creare il miglior percorso formativo per i rugbisti milanesi. Il risultato principale del progetto è descritto dai giocatori che RGM è riuscita ad aggregare, da quando tutto iniziò nel 2003: oggi sono oltre 1200 i rugbisti dai sei anni ai seniores, che ogni settimana, si allenano per RGM e i club che la sostengono.

Il giocatore e la sua formazione è al centro degli investimenti di RGM , convinti del ruolo sociale che ha chi opera nel mondo dello sport e dell'educazione giovanile. RGM si propone così come collaboratore delle famiglie e delle istituzioni nella formazione dei ragazzi, assicurando un ambiente ideale, per utilizzare l'enorme forza dello sport.

I club che sostengono RGM garantiscono una copertura sempre più capillare, che permette alle famiglie di assaggiare il rugby, quasi sulla porta di casa. Il principio ispiratore è quello di dare la possibilità di giocare a tutti, secondo le proprie possibilità.

I club lavorano sul territorio attraverso una forte presenza nell'ambito scolastico e nelle istituzioni di zona, garantendo tutta la trafila che dal minirugby porta fino all'attività under 16. RGM si incarica dell'ultimo tratto del percorso che porta all'attività seniores, attraverso due squadre under 18 che partecipano ai gironi elite e regionale del campionato di categoria. 

L'attività seniores con una squadra in Serie B ha l'obiettivo della crescita sportiva, che deve concretizzarsi attraverso i giocatori cresciuti a Milano, aprendosi a quei ragazzi che per motivo di studio hanno scelto la nostra città come città di residenza. Una crescita costante sul piano dei numeri, che si traduce con una costante crescita in termini di qualità. Il prossimo obiettivo sportivo sarà il ritorno in Serie A.

 

Copyright (c) rugbygrandemilano 2014. All rights reserved.