Dieci anni di storia RGM e un secolo di rugby a Milano

Rugby Grande Milano ha da poco compiuto dieci anni, ma ha in sé la storia quasi centenaria dei club che sostengono il progetto. Milano è la madre patria del rugby italiano: quando nel 1928 è stata fondata la Federazione Italiana Rugby, la città contava su otto squadre, tra le quali la glorioso Amatori Milano e la squadra degli universitari milanesi. Nel secondo dopo guerra lo sport universitario è ripartito dal Cus Milano e nel corso degli anni, tra Milano e hinterland, il territorio di RGM, sono nati i vari club che oggi sostengono RGM: Amatori Junior Milano (2005), Chicken Rozzano (1954), Cernusco Rugby (1979) Sandonato (2009) e Sesto Rugby (2008).

Per la prima volta nella storia del rugby milanese, invece di pensare a dividersi e moltiplicarsi in piccolissime realtà, nel 2003 è nato il progetto RGM che aveva come primo obiettivo la promozione nell'eccellenza del campionato under 19. Mettendo insieme risorse e esperienze, il traguardo è stato raggiunto al primo tentativo, gettando le basi per lo sviluppo futuro di RGM. 

Presto è nata l'esigenza di continuare il progetto di crescita anche con una squadra seniores, in modo di offrire ai giovani di RGM di continuare a giocare, studiare e lavorare a Milano. Nel 2007 Cus Milano e Chicken, all'epoca già uniti, hanno messo a disposizione il diritto sportivo di Serie B. Così RGM ha esordito anche tra i seniores. I primi giocatori under 19 del 2003, sono poi diventati l'ossatura della nuova squadra, la stessa che nella stagione 2010/2011, con alla guida Achille Bertoncini, ha raggiunto la promozione in Serie A.

Dopo due stagioni in Serie A è arrivata la sfortunata retrocessione in Serie B nel 2012. Chiuso un ciclo, la squadra è stata affidata dalla stagione 2013/2014 a Gianluca Ragusi e Mauro Vaghi con l'obiettivo di tornare in Serie A, sempre seguendo contando sul gruppo di giocatori cresciuti in RGM.

Copyright (c) rugbygrandemilano 2014. All rights reserved.